Cosa dobbiamo sapere per acquistare un giusto autoradio

A tutti gli effetti l’autoradio è un prodotto che ha fatto la storia, ed è stato effettivamente capace di evolversi in base al periodo storico e alle tecniche di riproduzione delle tracce audio. Gli automobilisti di tutti i tempi non hanno mai saputo rinunciare a questo strumento, in grado di conferire piacevolezza agli spostamenti in auto. Ecco allora spiegato come sia diventato comunque sempre necessario, anche in piena era digitale dove abbiamo diverse tecnologie, l’autoradio si trasforma e continua ad essere un prodotto sempre presente sul mercato. Occorre però fermarsi prima di acquistarlo e selezionarlo con cura e attenzione in base alle funzionalità richieste. Tutto ciò dovrà essere ovviamente in linea con le specifiche tecnologhe che si trovano al momento.

Proprio grazie a questa continua innovazione tecnologica oggi l’autoradio è diventato ormai molto di più di uno strumento utilizzato per riprodurre musica o ascoltare la radio, è diventato a tutti gli effetti un vero e proprio computer di bordo. Un autoradio che si rispetti può svolgere anche la funzione di coadiuvare il navigatore satellitare oppure di estendere le funzionalità del proprio smartphone attraverso il collegamento Bluetooth, infatti ormai anche i modelli più semplici ci consentono in qualche modo di collegare il nostro smartphone in maniera semplice ed intuitiva.

Il primo fattore che sarà bene valutare per l’acquisto riguarda la grandezza dell’autoradio, quindi occorre scegliere se acquistare un modello 1 DIN o 2 DIN. Questo acronimo DIN indica la misura standard internazionale per ciò che è il vano autoradio all’interno dell’abitacolo. Questo parametro è fondamentale e riguarda quindi il formato ma ne contraddistingue in buona parte anche il campo di applicazione e le funzioni spesso. Diciamo che il formato 1 DIN è il più frequente, per ovvie ragioni di spazio, e misura 180 mm x 50 mm. Mentre quello 2 DIN ha invece dimensioni maggiori, ovvero di 180 mm x 100 mm. Dispone quindi di un’altezza doppia rispetto alla prima tipologia. Di sicuro entrambi i formati hanno solitamente alcuni canali fondamentali per lo svolgimento delle basilari attività di un’autoradio che sono poi il sintetizzatore radio,il lettore cd, l’ ingresso aux-in, l’ingresso Usb e in alcuni casi slot Sd. Se volete conoscere tutte le caratteristiche più specifiche e tecniche che troviamo al momento in commercio, cliccate su https://autoradio-migliore.it/