Ricariche mangiapannolini, perché sono così necessarie?

Dove c’è un neonato ci sono quintali di pannolini da smaltire.  Se si calcola che, nella media, un bambino ‘brucia’ un pannolino ogni due ore si può ben capire la necessità di dotarsi di un mangiapannolini, un utile bidoncino di smaltimento dei pannolini sporchi, ormai assurto a oggetto dei desideri per i neogenitori stanchi di dover fare i conti con pannolini usati e puzzolenti per casa. Non a caso il ‘maialino’ svetta in cima alle opzioni più gettonate delle liste nascita, in quanto sono di gran lunga un regalo gradito rispetto al solito peluche, un vero ‘salvagente’ per lo smaltimento di questi utili e indispensabili accessori ‘usa e getta’. Ogni mangiapannolini può contenere un numero variabile di pannolini usati, di conseguenza anche le ricariche variano in base alle misure del ‘maialino’.

Di solito sono le stesse aziende di prodotti per l’infanzia che forniscono il mercato di queste ricariche, anche piuttosto costose’, che consistono in una riserva di sacchetti monouso autosigillanti per chiudere in modo ermetico il pannolino maleodorante in modo da isolarlo dall’ambiente domestico per riportare in casa un’aria respirabile. Le ricariche vanno tenute di riserva, perché se finiscono non si ha modo di smaltire i pannolini sporchi, non sia mai! In realtà, esistono sul mercato anche mangiapannolini senza ricarica, assimilabili più o meno a un comune secchio della spazzatura dove inserire un unico sacco cumulativo come quelli dell’immondizia, ma vi lascio immaginare la puzza che può esalare e disperdersi nell’aria ogni qual volta si apre il coperchio.

Meglio evitare e dotare il ‘maialino’ di ricariche di sacchettini singoli, da sigillare ermeticamente in modo da formare una catena di salsicciotti isolati l’uno dall’altro, senza che si disperda il cattivo odore. A volte si hanno difficoltà a reperire le ricariche perché in alcuni casi i mangiapannolini montano solo quelle compatibili della stessa marca, ma le possibilità di accaparrarsele non mancano, basta andare su Amazon e immettere una semplice chiave di ricerca perché si schiuda un mondo di possibilità. Se, invece, si vuole risparmiare sull’acquisto ci si dovrà accontentare di un bidoncino standard senza ricarica, ma non garantiamo sulla respirabilità dell’aria dentro casa.